meccanica di base

OLIO MOTORE 4T E COME SCEGLIERE IL MIGLIORE

By 5 Marzo 2021 Nessun Commento

Scegliere un olio motore 4T spesso è una scelta complicata perchè se non sai cosa guardare puoi letteralmente buttare il cilindro, rovinare la testata o bruciare la frizione.
Selezionare l’olio migliore, significa valutare un gran numero di elementi ma, prenderli tutti in considerazione sarebbe una follia.
Puoi semplificarti la vita concentrando la scelta sui 4 fattori più importanti e usando le facili tabelle che ho creato per te.

I 4 fattori più importanti sono:

  • Caratteristiche lubrificante e gradazione
  • Stato del motore
  • Stile di guida
  • Tempo

Le tabelle sono qui sotto, per te.

Intanto, ecco cosa ti ho preparato:

  1. tabella delle caratteristiche e delle marche migliori
  2. la storia di come stavo bruciando la frizione con l’olio sbagliato
  3. sai leggere le caratteristiche del tuo olio? Ecco come si fa
  4. come scegliere la gradazione giusta per il tuo motore? Con questa tabella!
  5. come scegliere il giusto olio per il tuo motore? Con queste informazioni!
  6. come scegliere il giusto olio per la tua guida? Con queste informazioni
  7. il clima della tua città incide sulla scelta dell’olio? Certo!
  8. dove trovi i migliori oli? Qui!

TABELLA DELLE CARATTERISTICHE E DELLE MIGLIORI MARCHE

Download “TABELLA-OLIO-MOTORE-4T-DOWNLOAD.pdf” TABELLA-OLIO-MOTORE-4T-DOWNLOAD.pdf – Scaricato 193 volte – 187 KB

STORIA DI COME STAVO BRUCIANDO LA FRIZIONE

Domenica, 6 del mattino, devo fare colazione, cacca e riempirmi di protezioni perché alle 7 mi aspettano gli amici enduristi che se ritardo, mi fanno una testa così…
Il tempo è perfetto, la moto è un orologio e il ristorante è immerso nella natura ed è già prenotato. Si preannuncia una giornata coi fiocchi.
Dopo 1 ora di enduro estremo dei poveri, nel senso che siamo tutti grandi piloti, ma lo sappiamo solo noi,
arriviamo ad un passaggio di difficoltà media ma pieno di punti in cui bisogna “arrampicarsi” con la moto e li, succede il fattaccio; la frizione comincia a slittare.

Panico, non può succedere, non deve succedere, è successo.

Tra l’angoscia e il terrore di bruciare la frizione, completo quel passaggio, che ormai era quasi finito,
saluto i compagnetti enduristi 

saluto i caserecci al pomodoro 

saluto il maialino dei Nebrodi che non avrei mangiato
e torno a casa.
Il viaggio del ritorno è stato strano perché la moto era di nuovo un orologio, nessuno slittamento, nessuna esitazione, eppure prima slittava, eccome se slittava…
Devo aprire e vedere che succede.
L’indomani mi metto all’opera, smonto il coperchio,
do un’occhiata generale e tutto è ok, 
tiro fuori il cestello frizione e tutto è ok,

arrivo ai dischi e… tutto è ok.

All’epoca avevo poca esperienza sui 4T e allora decisi di prendere il gruppo frizione e farlo vedere a chi ne capiva più di me.

MECCANICO 1:     

MEC: “questa frizione è appena appena bruciata, per strada la puoi usare ma in enduro no”
IO: “a me non sembra bruciata”
MEC: “e lo so… ma il meccanico chi è?”
IO: -poco soddisfatto-
Mi fa il preventivo e vado via anche se poco convinto.

MECCANICO 2:

prende un disco, lo guarda come se dovesse decidere il nuovo vincitore di Masterchef, lo annusa e mi dice…
“è bruciata, senti che puzza, la puoi buttare”.
La annuso anche io e odorava di olio usato, penso tra me e me che forse si aspettava di odorare del finocchietto selvatico, della rosa canina del Madagascar o dell’Auricchio piccante, si, forse voleva sentire l’Auricchio e spiegherebbe la guardata alla Masterchef.
Preventivo e scappo via.

MECCANICO 3:

MEC: “i dischi sono tutti così?” (stavolta ne ho portato solo 1)
IO: “Si”
MEC: “I dischi in metallo sono consumati?”
IO: “Come nuovi”
MEC: “Allora è perfetta. Che olio usi?”
IO: “Motorex 20/60”.
MEC: “Ok, se giri forte va bene e se giri in pista va ancora meglio, se invece sei un amatore che si diverte, è troppo duro, prova il 10/50”.
Scarico il vecchio olio, carico il nuovo e problema risolto
e quella frizione ne ha macinati di km.

All’epoca non immaginavo che un olio che pagavo 25€ al litro, mi potesse far slittare la frizione, poi capii che quell’olio, per quanto fosse buono, era come il cemento perché non arrivava mai alla giusta temperatura e restando troppo viscoso, mi faceva slittare la frizione e mi teneva anche la temperatura motore più alta del normale. All’epoca non sapevo quanto fosse importante saper scegliere il giusto olio; ma ora lo so e fra poco, lo saprai anche tu.

COME LEGGERE LE CARATTERISTICHE DELL’OLIO

Sull’etichetta di dietro,
sul contenitore del tuo lubrificante,
trovi una lunga sigla, ad esempio
API SN / JASO MA-MA2 / SAE 10W-50

API SN JASO MA MA2 SAEQuesta lunga sigla, fa riferimento a 3 diversi istituti di controllo che sono:

  • API: AMERICAN PETROLEUM INSTITUTE
  • JASO: JAPANESE AUTOMOTIVE STANDARDS ORGANIZATION
  • SAE: SOCIETY OF AUTOMOTIVE ENGINEERS

Le lettere dopo l’acronimo dell’istituto di controllo, indicano le caratteristiche che l’olio, è in grado di sopportare.

Caratteristiche API

API SN:
“S” sta per “service” e fa riferimento ai motori benzina 4T,
“N” fa riferimento ai test che deve sopportare il lubrificante per poter ottenere tale classificazione;
“SN” è migliore di “SM” che è migliore di “SL” e così via.
Attualmente, le caratteristiche API più performanti sono SP.
Evita oli con caratteristiche inferiori ad SJ perchè sono obsoleti.
Puoi notare nell’immagine a fianco, che manca la classificazione API SO. Questa omissione è  voluta per evitare confusione poichè questa stessa sigla è già in uso in altre organizzazioni.

Caratteristiche JASO

JASO MA-MA2, indicano  le capacità del lubrificante di permettere la corretta aderenza tra i dischi della frizione;
“MA” sono oli adatti a frizioni in bagno d’olio e consentono un alto attrito;
“MA2”, offrono in più, prestazioni anti-slittamento superiori.

Caratteristiche SAE

SAE 10W-50: indica due valori di viscosità per un olio multigrado;
“10W” è la viscosità dell’olio a freddo, infatti “W” sta per “WINTER”, 10 indica il range di temperatura esterna dell’aria, all’interno del quale l’olio, mantiene le sue caratteristiche; questo intervallo va da -30°C a 0°C.
“50” rappresenta l’intervallo di temperatura esterna massima dell’aria, all’interno del quale l’olio, mantiene le sue caratteristiche ed è compreso tra 0°C e +50°C;

Ricapitolando, un olio SAE 10W-50, mantiene le sue caratteristiche nell’intervallo di temperatura esterna dell’aria, compreso tra -30°C e +50°C,
al di sotto e al di sopra di quelle temperature, iniziano ad alterarsi le caratteristiche del lubrificante,
peggiorando man mano che l’olio si allontana da quei 2 intervalli.

Quale gradazione è adatta al tuo motore?

La tabella qui sotto ti aiuta a trovare la gradazione perfetta.
Usala in combinazione alle altre 2 tabelle e trovi l’olio perfetto!

TABELLA GRADAZIONE SAE OLIO MOTORE 4T

Download “DOWNLOAD TABELLA GRADAZIONE SAE OLIO MOTORE 4T” TABELLA-GRADAZIONE-OLIO-MOTORE-DOWNLOAD-scaled.jpg – Scaricato 42 volte – 1 MB

IL GIUSTO OLIO PER IL TUO MOTORE

In che stato è il tuo motore, efficiente o spompato, originale o elaborato, turistico o ad alte prestazioni?

Perché a parità o quasi di caratteristiche, certi oli hanno additivi che li mantengono stabili nelle condizioni di utilizzo più severe e per lunghi tempi di esercizio, come quelle sopportate da un motore elaborato guidato spesso al limite. In questi casi un ottimo olio è fondamentale e qui trovi sia le tabelle che ti aiutano nella scelta del lubrificante ideale, sia qualche buona marca con cui puoi confrontare il tuo attuale olio.


Se invece il tuo motore è originale ed efficiente, un ottimo olio è altrettanto fondamentale ma
è inutile che sopporti condizioni che non raggiungerà mai, dunque puoi spendere anche il 30% in meno e stare perfettamente sereno.

Il tuo motore è spompato? Usa comunque un buon olio, come se il tuo motore fosse originale ed efficiente,
perché nonostante le fasce e il pistone siano ormai alla frutta, un olio scadente lascia una quantità notevole di depositi,
che si vanno ad incollare in tutte quelle parti che continuano a lavorare e che non andrebbero sostituite;
un olio scadente fa lavorare male la frizione e un olio scadente raffredda peggio il motore,
il che può gravare su pezzi come lo statore, che mal gradisce le alte temperature.
Dunque, spendere 15€ per un buon olio, ti farà certamente risparmiare almeno 150€ di ricambi che non dovrai sostituire.

IL GIUSTO OLIO PER LA TUA GUIDA

  • Guida tranquilla con qualche colpo di testa: ci vuole lo stesso olio richiesto da un motore originale ed efficiente
  • Guida da “sono un pilota e lo so solo io”: se il motore è elaborato ci vuole un ottimo olio per alte prestazioni, se il motore è originale, ci vuole un olio via di mezzo tra guida tranquilla ed alte prestazioni
  • Guida da pista, perché si corre in pista: ci vuole il top del top, oli ad altissime prestazioni, oli 4T ricinati, oli ad esteri sintetici, additivi nanotecnologici con polimeri ad altissima resistenza al taglio e chi più ne ha più ne metta…

TEMPO / CLIMA

Molto semplicemente, com’è il tempo dalle tue parti?
A seconda della temperatura media della tua città, devi adeguare la gradazione del tuo olio.
Le tabelle che ho creato per te e che hai scaricato, ti accompagnano in questa scelta per cui, USALE!

Ora, sai come riconoscere un ottimo olio a prescindere dalla marca,
sai cosa valutare prima dell’acquisto,
sai come leggere le caratteristiche e in più,
ti ho messo a disposizione 3 tabelle super efficaci,
grazie alle quali, scegliere l’olio migliore diventa facilissimo.

LINK DEI MIGLIORI OLI

               

GUARDA ANCHE

Lascia un commento

© 2019 SONO IN OFFICINA