cosa fare in caso di guasto

REGOLATORE DI TENSIONE – 6 MODI DI TESTARLO

By 2 Giugno 2019 14 Commenti

Prima di tutto cos’è il regolatore di tensione, detto anche raddrizzatore:

è un dispositivo elettronico grazie al quale la tensione in ingresso, viene regolata e normalizzata ad un valore stabilito in fase progettuale.

Questo lavoro può essere eseguito anche per la corrente e la frequenza, dipende dalle necessità dell’impianto nel quale verrà inserito.

Semplificando è quello strumento che riceve centinaia di volt e mi fornisce in uscita 12 volt, o 6 volt o 24 volt, dipende appunto dai bisogni dell’impianto.

 

Come si presenta:

problema lampadine che si fulminano bruciano la vespa non parte

internamente è un circuito, grosso modo, di diodi e resistenze, che ricevono parecchia tensione variabile e la trasformano in tensione costante o quasi , un corpo esterno metallico che serve a dissipare il calore e una morsettiera per collegare gli ingressi e le uscite che nel dettaglio sono:

  • massa (nero)
  • “C e B+” (bianco – rosso) sono il circuito di ricarica della batteria e il clacson
  • “G” (grigio) cavo blu – ingresso tensione per tutte le lampadine
  • “G” (grigio) uscita 12 volt per tutte le lampadine

 

Che lavori svolge e quali utenze serve:

principalmente mi fornisce 12 volt più o meno stabili per tutte le lampadine, più o meno stabili perché quando collegherai il multimetro all’uscita del regolatore ti accorgerai che la tensione non viene tagliata a 12 volt ma a 13,5, che è il valore massimo stabilito dal costruttore ed è di 13,5 per recuperare le perdite d’impianto, altrimenti non arriverebbero mai 12 volt alle utenze, se leggi più di 13,5 volt c’è un problema…

mi fornisce i 12 volt per il clacson, per caricare la batteria, per l’illuminzaione, per l’indicatore carburante.

Ma non è tutto oro quello che luccica perché se c’è un componente che nella Vespa spreca energia, quello è il regolatore di tensione, ma è obbligato…

mi spiego meglio, al regolatore entrano oltre 150 volt ma ne devono uscire non più di 13,5, tutti gli altri che fine fanno? Vengono dissipati sotto forma di calore, infatti il regolatore scalda parecchio e non perché sia vicino al motore…

in pratica il calore è la causa principale di rotture per questo accessorio e un posto ventilato è tutto quello che chiede.

Nonostante sia raro che si danneggi, se ti capita di bruciarlo quasi sicuramente c’è un problema di ventilazione e sarà bene trovargli una nuova sistemazione.

Una volta al fresco, con buona probabilità dimenticherai che il regolatore di tensione esiste…

Partecipa alla discussione! 14 Commenti

  • Luciano ha detto:

    Ciao il mio regolatore di tensione non si possono staccare i fili uno per uno perché sono inserite tutte e 5 in un connettore come posso fare la prova coma hai fatto tu nel video . La mia e una Yamaha majesty 250dx 98

    • admin ha detto:

      Ciao Luciano, non puoi testarlo a motore acceso o comunque non è immediato, ma puoi fare le prove statiche, ti consiglio comunque di mettere i faston

      • Antonio ha detto:

        Ciao, ho una vespa pk-n ed ho un problema che non so se ricondurre al regolatore di tensione. Grazie ai tuoi tutorial ho potuto escludere lo statore dai colpevoli ed è stato lo stesso per il regolare, però la batteria continua a scaricarsi ed i collegamenti sono tutti fatti bene. Mi resta solo un dubbio riguardo il clacson che non è originale… potrebbe essere lui da sostituire con uno a corrente alternata?
        Grazie mille in anticipo

        • admin ha detto:

          Ciao Antonio, escluderei il clacson tra le possibili cause, piuttosto la batteria in che condizioni è e quanti volt segna al multimetro?

  • roberta ha detto:

    ciao chiedo aiuto per un problema sul circuito statore regolatore batteria. ho eseguito tutti i test possibili ma alla batteria non arriva più di 12.6V che piano piano può salire 12.7 V e pianissimo 12,8V insomma non arriva mai a quei 13V ecc a motore acceso ma comunque il collegamento c’è (come se il regolatore funzionasse ma male). dallo statore test statici e dinamici non mostrano problemi. il regolatore non ha problemi per quanto riguarda i diodi e testando anche il voltaggio a circuito aperto ai 13V ci arriva, ma quando lo connetti alla batteria non ce la fa. non ci sono resistenze nei cavi tra regolatore e batteria e usando un’altra batteria è uguale. cosa può essere?
    può essere che un problema interno al regolatore lo fa andare in crisi a circuito chiuso e si autolimita a 12.6??

    • admin ha detto:

      Ciao Roberta, si potrebbe essere, i test col multimetro ti danno una stima di massima ma per avere la certezza bisognerebbe collegarlo al banco prova, che non ha quasi nessuno… la fortuna è che un regolatore della RMS lo compri a 8 euro e anche se durasse poco almeno sapresti che il problema è proprio li. se col nuovo regolatore non cambia nulla, dovrai valutare meglio lo statore. Ciao, Agatino.

  • Andrea ha detto:

    Ciao, ho lo stesso regolatore su vespa pk 50, ho montato un accensione idm, e non mi si ricarica più la batteria, alla C del regolatore deve entrare corrente dritta o alternata? Grazie

    • admin ha detto:

      Ciao Andrea, le G sono ingresso e uscita, l’ingresso è in tensione alternata proveniente dallo statore e l’uscita è 12 volt abbondanti ma sempre in tensione alternata anche se sicuramente più stabile. il circuito della batteria è il B+ (l’ingresso resta lo stesso della G)

      • Roberto ha detto:

        Dal mio statore 6 poli con lo stesso regolatore che hai tu, ottengo dal cavo blu in uscita dallo statore, i tuoi stessi valori, ma, il regolatore non tira fuori più di 9 volt, eppure me entrano oltre 30, e a luce accesa la moto non tiene il minimo, spegnendo la luce la moto riprende il minimo, ad ogni uscita dal regolatore, la tensione non va oltre i 9 volt, che faccio? È il caso di cambiare il regolatore o è roba di statore? La bobina di alimentazione (verde-bianco) sta sui 500ohm, il pickup (rosso-bianco) sta a 111ohm

        Grazie se risponderai

  • Luca collu ha detto:

    Ciao. Volevo chiederti come se, potrei utilizzare un regolatore a 5 poli al posto di uno a 3. Quello a 5 lo ho già ed è costituito dai seguenti contatti: A A B+ G e massa. Premetto che non ho batteria.
    Grazie
    Saluti
    Luca

  • Lillo ha detto:

    Buon giorno, ho un piccolo problema con una vb1t da premettere che abbiamo montato un accensione pinasco a 12 v, ma quando mettiamo in moto la lampadina dello stop fa una luce abbastanza forte ma quella anabbagliante e abbagliante si accende leggermente ma non fa luce, cosa potrebbe essere?può essere che dobbiamo invertire i fili del regolatore?
    Grazie per la collaborazione.

Lascia un commento

© 2019 SONO IN OFFICINA