cosa fare in caso di guasto

TESTER MULTIMETRO, E’ DAVVERO COSì COMPLICATO?

By 6 Marzo 2020 Nessun Commento

COME LO SFRUTTO SUL MIO MEZZO?

Sarebbe più facile dire come non lo sfrutto… ti rendi conto della sua utilità solo quando maneggi tutte le letture che offre,

grazie al multimetro puoi:

  • stabilire l’origine di un’avaria solo spostando 2 gomme o svitando 1 vite
  • registrare un aumento anomalo di temperatura e intervenire per tempo
  • individuare interruzioni elettriche, invisibili ad occhio nudo
  • controllare lo stato di salute della batteria
  • verificare il corretto funzionamento di un componente senza spreco di denari
  • e molto altro ancora…

      

 

IMPEDENZE:

impostando il selettore su OHM e selezionando la giusta portata, ti assicuri che il pezzo in esame stia opponendo la giusta resistenza al passaggio di corrente;

è utilissimo misurare le impedenze di statore, bobina e regolatore di tensione, un valore fuori norma e puoi smettere di cercare avarie alla cieca.

 

TENSIONE CONTINUA:

magari le frecce fanno poca luce o l’avviamento non va più, una misurata alla batteria e sai in pochi istanti se puoi smettere di cercare problemi.

 

TENSIONE ALTERNATA:

questo parametro è importante per capire se lo statore sta erogando la giusta tensione, intervenire in tempo può farti risparmiare un sacco di soldi, oppure, solo collegandolo ai portalampada, puoi capire se il regolatore di tensione lavora a dovere o sta “impazzendo”.

 

CONTINUITA’:

è forse il comando più semplice ma il più efficace di tutti, immagina che la Vespa non parta più, inizi a pensare a qualsiasi problema e magari si è solo interrotto il cavo candela, ma se non testi la continuità non hai modo di scoprirlo.

 

AMPERAGGIO:

a volte una batteria ha il corretto voltaggio ma lo stesso non funziona, se misuri il suo amperaggio e lo trovi più basso, hai la batteria da cambiare perché nonostante il voltaggio regga, non ha abbastanza “forza” per svolgere i suoi compiti.

 

TEMPERATURA:

vorresti sapere se il tuo motore sta girando più caldo del solito? Se registri la temperatura del cilindro, quando sai che il motore sta andando “a meraviglia”, hai un riferimento ottimale per stabilire se sta per nascere un’avaria e addirittura intervenire ancor prima che il danno si manifesti…

 

Ora ti chiedo,

quanto pensi sia utile questo strumento?

 

Nel video ti accennavo al tester col capacimetro;

se hai uno statore a condensatore, l’unico modo che hai per testarlo è usando il capacimetro, magari proprio questo lo userai poco e niente, ma quel poco ti farà ringraziare di aver speso 10€ in più…

MA ATTENZIONE, UN CONDENSATORE PER ESSERE MISURATO, VA PRIMA SCARICATO E POI SCOLLEGATO!!!

 

Qui sotto trovi un paio di consigli per i tuoi prossimi acquisti.

      

Lascia un commento

© 2019 SONO IN OFFICINA